Ago
10

Primi Risanamenti Energetici Casaclima in Toscana
Stampa
PDF

Attachments:
FileUploaderFile size
Download this file (IMG00028-20110810-1448.jpg)IMG00028-20110810-1448.jpgEnrico Acciai722 Kb

Scritto da Enrico Acciai.

Ago
02

BRUNICO è il Comune Italiano più rinnovabile del 2011
Stampa
PDF

Dal rapporto stilato da Legambiente sono venti i Comuni italiani in grado di coprire il 100% del proprio fabbisogno elettrico e termico con le fonti rinnovabili.

Scritto da Enrico Acciai.

Lug
13

Dibattito 11/07/2011 del gruppo Facebook Associazione Culturale Network Casaclima La Spezia
Stampa
PDF

Terra Libera

ma cosa se ne fa un professionista del network? esso serve all'agenzia, che tanto non lascerà mai decidere autonomamente le scelte e le strategie... e poi come la mettete con i comuni quando si vedono arrivare preventivi da 15 o 20 mila euro per la consulenza? e poi gli associati non eleggono nemmeno il consiglio... mah. eppure siete così convinti? si vede proprio che non avete esperienza con CasaClima altrimenti vi chiedereste come mai quelli che hanno lavorato 5 anni per loro oggi sono i primi che hanno abbandonato? forse perchè hanno fatto esperienze negative? sarebbe carino avere delle risposte, ma temo che chi contesta venga cancellato, come accade nei regimi e più o meno qui siamo a questo livello....

lunedì alle 11.31

Enrico Acciai

in riferimento al post precedente di Terra Libera:

Cara Terra Libera,
l’associazione CasaClima Network nasce con lo scopo di diffondere a livello territoriale il percorso virtuoso di eco-sostenibilità già sperimentato in Alto Adige grazie all’attività dell’Agenzia, ma non solo: i Network si propongono di aggregare attorno all’”idea CasaClima” tutte le forze che concorrono al progetto, dai professionisti alle Aziende ed agli Enti Pubblici, perché grazie alla condivisione dell’”idea” si possa generare quel motore economico territoriale sull’esempio di ciò che da alcuni anni è l’Alto Adige: sinonimo di innovazione, ricerca e eco-sostenibilità.
L’Ecologia fa bene all’Economia.
È evidente che i Network lavorano in stretto contatto con l’Agenzia perché ad essi verranno trasferite progressivamente alcune funzioni che hanno necessità di essere coordinate e verificate.
I programmi di lavoro con i Comuni e gli altri Enti pubblici saranno uno dei tanti argomenti da sviluppare da parte dei Network; per ora ci sono solo ipotesi e nessuna valutazione economica (e come si potrebbe azzardare ora?).
La democrazia….
Beh alla nascita della Repubblica italiana si inventò qualcosa che prima non c’era. A questa invenzione concorsero coloro che si erano impegnati nel fare in modo che le cose si concretizzassero. E allora si scrissero le regole della democrazia.
Fino a pochi mesi fa i Network non esistevano ed ora ci sono; qualcuno, anzi molti, si sono impegnati perché nascessero. Lo sforzo è stato grandissimo e denso di entusiasmo. I Network andranno avanti con il contributo di tutti coloro che hanno volontà costruttiva.
Grazie per le tue sollecitazioni. 
Ing. Enrico Acciai

lunedì alle 18.14

 


Scritto da esociety.

Lug
03

Manifesto Presentazione
Stampa
PDF

Scritto da esociety.

Lug
03

Rassegna stampa articoli Manifestazione Presentazione Network Casaclima La Spezia
Stampa
PDF

Attachments:
FileUploaderFile size
Download this file (236_Cronaca4_02-07-2011.pdf)236_Cronaca4_02-07-2011.pdfEnrico Acciai4631 Kb
Download this file (_20110703_La Nazione 2.jpg)_20110703_La Nazione 2.jpgEnrico Acciai1431 Kb

Scritto da esociety.

Lug
02

Edilizia sostenibile e efficienza energetica. Arriva alla Spezia CasaClima Network
Stampa
PDF

pubblicata da UfficioComunicazione ProvinciadellaSpezia il giorno venerdì 1 luglio 2011 alle ore 13.51


Fiasella: “C’è bisogno di un cambio di passo e di una nuova azione di Governo che accompagni gli Enti Locali nel percorso di realizzazione delle politiche di sostenibilità ambientale”

Il Sen. Egidio Banti, Sindaco del Comune di Masissana, ha coordinato questa mattina il convegno/dibattito di presentazione del Network Casaclima La Spezia, Associazione Culturale che ha l'obiettivo di diffondere la cultura di un edilizia sostenibile, promuovere e sostenere il progetto CasaClima. L’Agenzia CasaClima di Bolzano, diretta da Dott. Norbert Lantschner, intervenuto alla presentazione di questa mattina,  è una struttura pubblica che si occupa della certificazione energetica degli edifici, offre programmi di formazione per tutti gli operatori coinvolti nella costruzione e promuove iniziative per sensibilizzare e responsabilizzare tutta la cittadinanza su risparmio energetico, sostenibilità e mutamenti climatici. Fino adoggi sono stati certificati in tutta Italia oltre 3000 edifici “CasaClima. Chi riceve il certificato CasaClima ha la sicurezza che un ente terzo ha eseguito i controlli necessari per classificare l'edificio secondo i criteri di consumo energetico, comfort ed ecologia. Questi controlli comprendono l'esame attento del progetto, verifiche in cantiere ed analisi finale. In questo modo il committente dell'immobile ha la sicurezza che, col termine dei lavori, è stata eseguita una verifica finale che attesta la qualità energetica e di comfort realizzata.

Durante il convegno di questa mattina Laura Rocco, Assessore alla Sostenibilità ambientale e Politiche Energetiche del Comune della Spezia, ha dato il benvenuto al Network Casaclima nel nostro territorio, “da tempo impegnato - ha sottolineato l’Assessore - sul risparmio energetico e che si sta sempre più connotando sui temi legati allo sviluppo sostenibile.”

“Ringrazio CasClima Network - ha detto il Presidente della Provincia della Spezia Marino Fiasella -   per quello che ha deciso di fare nel nostro territorio. C’è stato un risultato referendario straordinario che spero possa essere interpretato come un segnale che indica una diffusa consapevolezza del nostro Paese rispetto all’importanza dei temi legati alla sostenibilità ambientale.L’Europa ha lanciato due anni fa il Patto dei Sindaci e gli Enti locali italiani hanno aderito con slancio a questa iniziativa importante. Dei 1200 Comuni aderenti ad oggi solo 50 hanno però presentato e ricevuto l’approvazione dei PAES, Piani d’azione per l’energia sostenibile. Di questi 50, 27 sono nel nostro territorio. E’ questo un fatto straordinario per la nostra provincia perché  dimostra l’impegno concreto delle amministrazioni locali ma è un risultato ancora insufficiente a livello nazionaleC’è bisogno di un cambio di passo e di una nuova azione di Governo che accompagni gli Enti Locali nel percorso di realizzazione di quanto previsto all’interno del Patto dei Sindaci. Un movimento dal basso di professionisti e cittadini attenti ed impegnati sui temi della sostenibilità ambientale serve a far capire a chi amministra e governa che c’è un grande bisogno di politiche nuove. CasaClima, con il lavoro che svolge sulla certificazione energetica degli edifici, è certamente all’avanguardia ma serve un impegno di tutti, Governo, Amministrazioni, professionisti, associazioni, cittadini e partiti politici. A settembre in Palmaria, durante la seconda edizione della Conferenza internazionale sull’Ambiente, faremo il punto sulla situazione e l’obiettivo che mi pongo è che in quella sede gli Enti locali elaborino un documento comune per chiedere all’Unione Europea che includa all’interno del 20-20-20 anche i temi dell’acqua e dei rifiuti. Come ha detto il presidente della commissione Europea, José Barroso, non si può pensare di affrontare il tema della riduzione di Co2 senza estendere gli stessi ambiziosi obiettivi alle questioni legate al consumo dell’acqua e alla produzione di rifiuti.

Sono poi intervenuti il Dott. Norbert Lantschner, Paolo Caruana, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Spezia, Vittorio Bugliani, Consigliere del Collegio dei Geometri della Spezia, Enrico Acciai e Roberto Arata, Consulenti Casaclima.

“Con CasaClima non costruiamo solo case - ha detto Lantschner - ma anche il futuro del nostro pianeta che non può sostenere questo ritmo di consumi. E’ necessario coinvolgere sui temi della sostenibilità ambientale le Istituzioni  e comunicare con i cittadini perché non c’è ancora abbastanza consapevolezza su quanto stia cambiando il clima.”

Enrico Acciai ha poi sottolineato che “Le energie rinnovabili sono ad oggi il 10% del nostro consumo energetico che dipende per il 90% da fonti fossili esauribili. Questa è il punto centrale della questione. Dobbiamo alzare necessariamente l’asticella dell’efficienza energetica.”

Roberto Arata ha infine presentato il caso concreto di una casaclima bifamiliare  costruita qui alla Spezia nella zona del Felettino.

 

Scritto da esociety.

Giu
12

Anomalie climatiche Aprile 2011
Stampa
PDF

Scritto da Enrico Acciai.

Iscrizione SEMINARIO 14 dicembre 2017

14 dicembre Principi di adeguamento sismico e riqualificazione energetica

Iscriviti gratuitamente

Risultati Convegno sulle case a consumo energetico prossimo allo zero

Guarda i nostri risultati

Adesione Corsi

Vuoi aumentare la tua conoscenza su Casaclima? Abbiamo pensato di organizzare dei corsi per te, ma abbiamo bisogno della tua adesione prima di poter organizzare dei corsi ad hoc clicca qui e aderisci ai corsi che abbiamo pensato per te.

Programma dei corsi

I NOSTRI PARTNER

provincia della speziaregione liguriaunione province d'italiaisola palmariacittà di lericicomune di riomaggiorecomune di sarzanaente parco di montemarcello-magraparco nazionale delle cinque terreparco naturale regionale di porto venerepatto dei sindaci

STATUTO

Il Consiglio Direttivo viene così costituito:

presidente pro tempore: Acciai ing. Enrico
segretario: Arata geom. Roberto
tesoriere: Acciai ing. Enrico
consiglieri: Acciai ing. Enrico, Arata geom. Roberto, Lantschner dott. Norbert

comunicato.jpg
statuto.pdf